L’incredibile storia del Maiale Lino

Home/Blog/L’incredibile storia del Maiale Lino

L’incredibile storia del Maiale Lino

Lino è un simpatico maialino, trovato a margine di una strada di campagna in provincia di Rovigo, con un femore rotto. Vogliamo romanticamente pensare che sia riuscito a saltare dal camion che, dall’Europa dell’est, lo stava trasportando all’allevamento dove poi sarebbe ingrassato e nove mesi dopo portato al macello, liberandosi dalla schiavitù che lo attendeva, e che durante la caduta si sia fatto male alla zampina. Ma potrebbe anche essere stato letteralmente buttato dall’allevatore che l’aveva acquistato, perché le cure necessarie per sistemargli la zampa, rotta durante il lungo viaggio, superavano il margine che l’allevatore avrebbe guadagnato con la sua macellazione.

Lino non diventerà prosciutto, bacon, costolette, braciole. Lino è un individuo e trascorrerà la sua vita al Rifugio Miletta.

Guarda la storia raccontata direttamente dai suoi protagonisti!

Lino ha bisogno di più persone che si impegnino per il suo mantenimento con l’adozione a distanza: una donazione mensile ricorrente che gli garantisce pappa e cure necessarie; l’adottante riceverà aggiornamenti sulle sue avventure. Gli adottanti possono ovviamente venire a trovare i loro adottati durante le visite al Rifugio Miletta. Vuoi adottare Lino? Scrivici e clicca sul pulsante “Abbonamento” per impostare il pagamento ricorrente con PayPal:




Ci scrivete in tantissimi condividendo storie strazianti, ma il mantenimento degli animali salvati è, ovviamente, il limite che ci impedisce di salvarne molti di più. Il Rifugio Miletta vive grazie alle donazioni dei privati cittadini che condividono con noi gli stessi valori. Non abbiamo filantropi milionari che ci aiutano… ma se ricadi nella categoria e ti piace quello che facciamo, contattaci 😉

Lino è al Rifugio Miletta grazie a:
Jessica, Natasha e Claudio, Manuel, Clinica Veterinaria del Benvenuto, Associazione canili veneto che ha pagato le spese dell’intervento e gli amici di Vitadacani Onlus che ci hanno prestato il trasportino per il suo lungo viaggio.

Un ringraziamento particolare agli amici di Essere Animali per le indagini all’interno degli allevamenti intensivi italiani e le fotografie di uno dei fratelli di Lino, meno fortunato di lui.

Lino, quando si chiamava Porky, in clinica a Polesella (Ro)

In quali altri modi puoi aiutare il Rifugio Miletta?

➡ effettuando una donazione con PayPal: https://paypal.me/rifugiomiletta
➡ effettuando una donazione con bonifico: IBAN IT76P0521645220000000001530
➡ effettuando una micro donazione di 1 euro al mese con Teaming: https://www.teaming.net/sostegnoalrifugiomiletta (dai offrici almeno un caffè! E convinci i tuoi amici a fare lo stesso 😉 )
➡ donandoci pappe per cani e/o gatti, secco e/o umido di marche Trainer Novafoods o Almo Nature
➡ donandoci una o più confezioni di Oxbow Critical Care, cibo per caprioli / daini / cervi in riabilitazione. Lo si può acquistare qui: https://www.ciamanimali.com/6736-critical-care-454-gr-744845701066.html
➡ diventa volontaria/o! Chiediamo solo la disponibilità di un giorno a settimana (con tutte le eccezioni del caso, ferie, compleanni etc.) quindi devi riuscire a raggiungere il Rifugio Miletta con una certa comodità. Per ulteriori info, scrivici 😉
➡ Vieni a trovarci e conosci i nostri ospiti di persona! http://www.rifugiomiletta.org/visitare-il-rifugio/
➡ Per gli amici di Milano, pizza e birra insieme al Pizzeria Ristorante Il Papiro, sabato 8 ottobre alle 20:30. Prenotazione chiamando il numero 3474611495 (anche sms o whatsapp) o inviando una email all’indirizzo seiveganose@gmail.com

2017-11-22T13:11:45+00:00 Categories: Blog|Tags: , |