Con l’adozione a distanza diventi co-responsabile dell’agnello o del capretto che adotti, per tutta la sua vita (o per il periodo che potrai aiutarlo). Gli garantirai cibo, paglia, cure (se necessarie) ed una vita degna di essere vissuta.

Libero. Libero dallo sfruttamento e dalla sofferenza. Libero di vivere una vita che appartiene soltanto a lui.

Le spese

L’adozione a distanza di un agnello consiste in una donazione mensile di € 35. Per mantenere completamente un agnello, anche quando sarà adulto, sono necessarie due adozioni a distanza per ogni animale quindi ogni animale potrà avere due adottanti distinti, ognuno dei quali verserà una donazione mensile di € 35.

Le donazioni servono per il cibo, la paglia per i ricoveri notturni (che viene cambiata ogni uno o due giorni), l’acqua, la manutenzione delle strutture, la castrazione se l’agnello è un maschio (ci sono così tanti animali da salvare fuori dal rifugio, non avrebbe senso farne nascere di nuovi dentro), le eventuali cure che si rendessero necessarie.

Il Rifugio Miletta non è un allevamento. Le nascite che avvengono al rifugio capitano perché sono stati salvati animali già gravidi. Scopri chi siamo e cosa facciamo.

È possibile impostare la donazione ricorrente con PayPal, cliccando direttamente sul pulsante abbinato ad ogni animale. Ricordati però di compilare ed inviare anche il modulo di adozione, altrimenti non riusciremo a contattarti!

Gli agnelli da adottare

Gli animali salvati dall’associazione hanno un passato da dimenticare ed un futuro da costruire. È grazie alle adozioni a distanza che riusciamo a garantire loro cure e cibo, per tutta la loro vita.

Oltre al certificato di adozione, riceverai un loro aggiornamento con foto ogni 3 mesi e potrai venire a trovarli al rifugio durante le visite programmate.

Se il pulsante per impostare la donazione ricorrente con PayPal non è più presente, significa che l’agnello o il capretto ha già due adozioni a distanza attive e che quindi le spese per il suo mantenimento sono interamente coperte. Grazie adottanti!

Santiago

Santiago - Adotta un capretto

Data di nascita: 20 febbraio 2019
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivato al rifugio perché

Nato da capra salvata dalla macellazione clandestina, fratello di Ulan.

Ulan

Ulan - Adotta un capretto

Data di nascita: 20 febbraio 2019
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivata al rifugio perché

Nato da capra salvata dalla macellazione clandestina, fratello di Santiago.

Adottato!

Abelardo

Abelardo - Adotta un capretto

Data di nascita: 15 febbraio 2019
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivata al rifugio perché

Nato da capra arrivata gravida. La mamma è stata salvata da una grave situazione di maltrattamento ed incuria.

Jona

Jona - Adotta un Agnello

Data di nascita: 29 novembre 2018
Luogo di nascita: Lainate
Arrivato al rifugio perché

Abbandonato da un pastore in zona Lainate durante il trasferimento del gregge, chi l’ha trovato l’ha portato al nostro veterinario.

Adottato!

Peonia

Peonia - Adotta un Agnello

Data di nascita: 4 dicembre 2018
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivata al rifugio perché

Abbandonata da un pastore in zona Agrate Conturbia durante il trasferimento del gregge.

Petunia

Petunia - Adotta un Agnello

Data di nascita: 6 dicembre 2018
Luogo di nascita: Gattico
Arrivata al rifugio perché

Abbandonata da un pastore in zona Gattico durante il trasferimento del gregge.

Nunù

Nunù

Data di nascita: marzo 2018
Luogo di nascita: Busto Arsizio
Arrivata al rifugio perché

Nunù è una capretta fatta nascere per essere mangiata il giorno di pasqua, ma fortunatamente il suo destino ha seguito un corso diverso ed ora si trova, sana e salva, al rifugio miletta

Sofia

Sofia - Adotta un Agnello

Data di nascita: 10 dicembre 2018
Luogo di nascita: Bogogno
Arrivata al rifugio perché

Abbandonata da un pastore in zona Bogogno durante il trasferimento del gregge. Quando è arrivata aveva poche ore di vita; è nata ipovedente. Sorella di Alfio.

Adottata!

Alfio

Alfio - Adotta un Agnello

Data di nascita: 10 dicembre 2018
Luogo di nascita: Bogogno
Arrivato al rifugio perché

Abbandonato da un pastore in zona Bogogno durante il trasferimento del gregge. Quando è arrivato aveva poche ore di vita. Fratello di Sofia.

Lazzarina

Lazzarina - Adotta un Capretto

Data di nascita: 11 febbraio 2019
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivata al rifugio perché

Nata durante la notte da parto gemellare, probabilmente più debole del fratellino, non è stata in grado di seguire subito la mamma. È rimasta all’addiaccio tutta la notte fino alla mattina quando è stata trovata. È stata portata in un grave stato di ipoglicemia e ipotermia.

Adottata!

Grifone

Grifone - Adotta un Capretto

Data di nascita: 12 febbraio 2019
Luogo di nascita: Agrate Conturbia
Arrivato al rifugio perché

È nato al rifugio da una capra che ci aveva affidato l’Asl, arrivata già gravida. È nato senza orecchie ma con le corna ed ha l’artrogriposi alle zampe posteriori, che gli devono essere massaggiate tutti i giorni. Fa fisioterapia con la nostra volontaria Emily!

Adottato!

Rita

Rita - Adotta un Agnello

Data di nascita: 26 novembre 2018
Luogo di nascita: Lainate
Arrivata al rifugio perché

Portata al nostro veterinario perché la madre non l’ha riconosciuta e non la allattava

Adottata!

Betta

Betta

Data di nascita: aprile 2018
Luogo di nascita: ?
Arrivato al rifugio perché

Nata in un maneggio, appena partorita un pony le ha fratturato bacino, colonna e legamenti del ginocchio destro. Una persona si è rifiutata di sopprimerla e se ne è fatta carico curandola e seguendola fino a che ha potuto.

Adottata!

Adotta un agnello a distanza!

Hai impostato la donazione ricorrente con PayPal? Ora compila il modulo sottostante, così possiamo contattarti per inviarti il certificato di adozione e gli aggiornamenti trimestrali. Se non compili il modulo, potremmo non riuscire a contattarti.








 

Conosci il Rifugio Miletta?

Al Rifugio Miletta trovano libertà e una vita serena molti animali, che convivono tra loro in pace ed armonia.

Tutti provenienti da situazioni di disagio, sofferenza e schiavitù, con noi hanno riacquisito dignità e fiducia, uno spazio nel mondo di loro diritto, in cui potersi esprimere secondo natura e la propria individualità, interagendo con altri esseri viventi in piena libertà.

Ad insegnarci a vivere in una convivenza pacifica e non violenta ci sono Asini, Pony, Mucche, Capre, Pecore, Conigli, Maiali, Cinghiali, Pappagalli, Cani e Gatti. Il Rifugio Miletta è nato con un duplice intento: liberare gli animali non umani da qualsiasi forma di sfruttamento e schiavitù ed inventarsi un luogo dove le vittime liberate potessero riappropriarsi della loro libertà.

Il Rifugio Miletta è un progetto di vita in fieri dove, giorno dopo giorno, impariamo dai nostri compagni di vita forme nuove di coabitazione non violente, dove ogni singolo animale, umano e non , è protagonista della propria storia; dove l’individualità singola interagisce con una coralità di voci creando un insieme variopinto di corpi animati da un’unica volontà: la volontà di vivere liberi e felici. Gli attori di questo progetto, nella loro quotidianità, svolgono l’importante funzione di ambasciatori di un modello di relazione paritaria e non gerarchica, una relazione non condizionata da una visione antropocentrica propria di un sistema specista, una relazione fondata sull’empatia.

Le persone che visitano il Rifugio incontrano una molteplicità di persone animali che comunicano tutto il loro vissuto, ma soprattutto che ribadiscono il diritto e la volontà di essere libere e felici.