Domande Frequenti

Il Rifugio Miletta è composto da pochi volontari, che non possono passare tutto il giorno su internet a rispondere ai messaggi oppure al telefono 🙂 Per questa ragione abbiamo cercato di raccogliere in questa pagina le domande più frequenti che ci vengono poste, così che possano essere consultate senza un nostro intervento. Grazie per la comprensione!

Alessandra
rifugio miletta

Animali domestici

C'è un animale domestico in difficoltà, che devo fare?

Cane, gatto, maiale, asino, cavallo, mucca etc.? Il Rifugio Miletta non è la struttura che devi chiamare.

Se l’animale è in strada (ad esempio se è stato investito un cane) chiama la Polizia Municipale. In alternativa puoi cercare il numero del Servizio Veterinario della ASL di competenza nel territorio in cui ti trovi. I Servizi Veterinari delle ASL devono avere reperibilità anche notturna e festiva e sono obbligati a intervenire per il ritiro dell’animale non di proprietà.

Se invece è in corso un maltrattamento, puoi:

  • chiamare una guardia zoofila attiva nella provincia in cui ti trovi (Google sarà in grado di aiutarti a trovare il numero)
  • presentare una denuncia in Questura (o chiamare il 112, se si tratta di un’emergenza)

C'è un cagnolino che verrà portato in canile se non lo prendete!

Purtroppo tutti i box che abbiamo a disposizione sono pieni, devi cercare un’altra struttura che lo possa ospitare. Sì, questa risposta vale anche in questo perciso istante, se avessimo posto la modificheremmo.

Una volta che il cane sarà in canile, lo puoi andare a trovare frequentemente, fargli delle foto, diffonderle attraverso i tuoi social network e cercargli una valida adozione.

Grazie!

C'è un pony / asino / vitello / mucca / maiale che verrà macellato! Potete prenderlo voi?

No. Ogni animale al Rifugio Miletta ha uno spazio coperto a disposizione per passare la notte o in caso di pioggia. I ricoveri notturni sono esauriti, dovremmo costruire una nuova stalla per ospitare nuovi animali e la cifra si aggira attorno ai 25.000 euro. Inoltre bisogna ottenere la concessione edilizia per le fondamenta, elemento non strascurabile. Infine ogni animale che entra al rifugio deve essere mantenuto per tutta la sua vita e curato dai volontari, che devono pulire la paglia sporca e sostituirla con quella pulita, dargli il cibo, fargli trovare sempre acqua negli abbeveratoi, somministrargli medicine nel caso la sua salute non sia perfetta. Siamo anche pochi volontari, non riusciamo a fare più di così. Devi cercare un’altra struttura per cercare di salvare l’animale che hai individuato.

Ho una tartaruga d'acqua che non posso/voglio più tenere oppure vive in uno spazio troppo ristretto. La posso portare a voi? La libero in uno stagno?

Posto che il Rifugio Miletta non è un luogo dove abbandonare animali, che non abbiamo assolutamente un’area dedicata alle tartarughe, proviamo a ragionare insieme, con calma, su questa affermazione.

C’è una tartaruga, abituata a vivere con una famiglia, in una casa, con il cibo sempre a disposizione, probabilmente acquistata da cucciola e che quindi non ha l’esperienza per cavarsela da sola in natura. Se ritieni che l’acquario in cui vive sia inadeguato, cercane uno più grande, anche usato se il problema è economico.

Portare una tartaruga in uno stagno è equivalente ad abbandonare un cane di cui ci si vuole disfare. È moralmente riprovevole e illegale.

10 cavalli da salvare a 300 euro l'uno! Potete farlo voi?

Calma e sangue freddo.

Iniziamo subito con il precisare che l’appello che viene condiviso con così tanto calore ed urgenza, risale a 10 anni fa e che la situazione è già stata risolta, quindi devi smettere immediatamente di condividerlo e cancellare tutti i post che hai fatto a riguardo. Pensa che la persona che aveva quei cavalli ha dovuto cambiare numero di telefono, perché gli si sta rendendo la vita impossibile. Che bello sarebbe se anche gli appelli del Rifugio Miletta fossero condivisi con così tanta passione… Puoi leggerne i dettagli qui.

Successivamente vogliamo invitarti a non condividere appelli impulsivamente ma a fermarti qualche secondo a leggerli ed analizzarli: l’appello lo sto leggendo direttamente dalla fonte? Sì. La mia condivisione può aiutare? Sì. Allora condividi. L’appello non lo stai leggendo direttamente dalla fonte ma dalla bacheca social o dall’email di un tuo caro contatto? Sì. Allora prima di condividere devi verificarlo direttamente alla fonte, altrimenti rischi di contribuire ad imballare per settimane la posta di tutti i rifugi, il ché è molto controproducente.

Infine vogliamo precisare che il Rifugio Miletta non acquista animali per salvarli. Che senso ha pagare un allevatore per acquistare un animale da salvare, facendo fare affari all’allevatore cosicché l’animale salvato venga presto sostituito con uno nuovo da vendere? Il Rifugio Miletta non vuole finanziare gli allevamenti, il Rifugio Miletta crede che gli animali siano esseri senzienti, individui e non beni di consumo, non beni di scambio, non oggetti a cui dare un valore. Sappiamo che questo concetto è estremamente complicato da digerire e quindi ti chiediamo due cose, anzi tre:

  1. porta pazienza, in questo periodo siamo innondati di richieste; è un argomento che vorremmo tanto approfondire e sviluppare ma ora non riusciamo. Altrimenti non ci sarebbe neppure bisogno della pagina FAQ, potremmo tranquillamente rispondere a tutti i vostri messaggi 😉
  2. rileggi lentamente il paragrafo cercando di comprendere perché il Rifugio Miletta non vuole acquistare animali
  3. inizia ad approfondire l’argomento attraverso chi già ne ha parlato, ad esempio leggendo questo articolo

Ho un cane aggressivo, mi potete aiutare / lo potete prendere voi?

No. Oltre ad avere tutti i box pieni, negli ultimi anni il nostro tempo è dedicato al soccorso selvatici, oltre che a prenderci cura di tutti gli animali che già vivono al rifugio. Purtroppo siamo pochi volontari e più di questo non riusciamo a fare. Devi rivolgerti ad un’altra struttura.

Animali selvatici

Ho trovato un animale selvatico in difficoltà in Provincia di Novara, che fare?

Se non sei in Provincia di Novara, leggi la risposta relativa. Queste azioni valgono esclusivamente se l’animale si trova in Provincia di Novara.

Se hai investito un capriolo / daino / cervo o se l’ha investito qualcuno e non si è fermato a soccorrerlo, per prima cosa assicurati di non essere in una posizione pericolosa. È importante che tu non ti faccia del male. Se puoi scendere dall’auto, usa comunque il giubottino catarinfrangente. Copri con una sciarpa, una felpa, una coperta gli occhi dell’animale e poi allontanati, la presenza umana lo stressa molto. Chiamaci al 346 313 2222, segnalaci la tua posizione ed aspetta il nostro arrivo sul posto. Capita molto spesso che qualcuno, malintenzionato, raccolga l’animale investito se non rimane vigilato.

Se l’investimento riguarda un altro animale di grandi dimensioni (ad esempio un cinghiale o una volpe) non serve mettergli la benda sugli occhi, non avvicinarti troppo, chiamaci, attendi il nostro arrivo sul posto.

Se l’animale in difficoltà è piccolino, come ad esempio un riccio o un uccellino, ci deve essere portato al rifugio. Chiamaci comunque però perché dobbiamo valutare insieme la situazione! Magari è possibile lasciare l’animale sul posto e garantirgli una buona qualità di vita senza che sia necessario intervenire, ma lo dobbiamo valutare noi. Chiamaci!

Se hai già raccolto l’animale, devi portarlo al rifugio il prima possibile. Il tempismo è fondamentale per il salvataggio dell’animale. Tenerlo in casa due giorni senza cure adeguate, senza le competenze per capire quale sia effettivamente il suo stato di salute, potrebbe condannarlo a morte. Non è un rischio remoto, sai quante persone, per pigrizia, non portano l’animale qui e ci rispondono “vediamo come va” per poi comunicarci che l’animale è morto? Tante, troppe. Inoltre non dargli cibo senza averci prima consultati! Sul web da qualche parte c’è scritto di dare crocchette per gatto frullate agli uccellini. Non ascoltare il web, ascolta noi! Sai quanti uccellini con l’intestino putrefatto a causa delle crocchette per gatto ci sono stati portati qui a morire? Tanti, troppi. Portalo da noi subito!

Grazie!

P.S. se vedi un cucciolo di capriolo, daino o cervo nascosto in un bosco o in un campo, non avvicinarti e non toccarlo! Il cucciolo sta benissimo, la madre lo lascia solo alcune ore per andare in cerca di cibo. Toccandolo comprometti seriamente la sua vita! Se invece è visibilmente ferito (cioè se da lontano lo vedi ricoperto di mosche, oppure con ferite aperte) allora chiamaci. Tutto chiaro?

C'è un animale selvatico in difficoltà al di fuori della Provincia di Novara, mi potete aiutare?

No, non siamo autorizzati ad intervenire sugli animali selvatici al di fuori della Provincia di Novara. Cerca il Centro Recupero Fauna Selvatica attivo nella provincia in cui ti trovi. Se non è presente, puoi chiamare il numero unico di emergenza 112… in alcuni casi dovrai armarti anche di molta pazienza quando parli con gli operatori del call center…

Ho trovato un animale selvatico in difficoltà, mi spiegate come prendermene cura?

No. Tralasciando gli aspetti legali (sappiamo che probabilmente lo si sta facendo in buona fede), per curare un animale selvatico servono competenze ed esperienza. Per effettuare diagnosi e prescrivere cure serve una laurea in veterinaria. Per queste ragioni, preferiamo evitare di dare istruzioni via telefono, mail o messaggio. Se trovi un animale selvatico in difficoltà, devi chiamare il Centro di Recupero Fauna Selvatica attivo nella provincia in cui ti trovi ed attendere istruzioni. La mancanza di competenze ed esperienza purtroppo può uccidere l’animale che si sta tentando di salvare.

Vorrei sapere come sta l'animale selvatico per cui vi ho chiamati

Ci fa davvero tanto piacere che ti interessino le sorti dell’animale che hai contribuito a soccorrere e diamo davvero volentieri questo tipo di informazione! C’è un limite: al Rifugio Miletta siamo in svariati volontari, alcuni aiutano da casa… in particolare chi risponde alle mail ed ai messaggi sui social. È impossibile che ci si occupa delle cure degli animali possa passare anche tanto tempo al computer, e quindi ci dividiamo i compiti. Chi non è al rifugio, svolge da casa gli altri compiti necessari per l’associazione.

Quindi se ci scrivi via mail o social, non siamo in grado di rispondere alla tua domanda. Il modo migliore e meno intrusivo per sapere come sta l’animale che hai contribuito a soccorrere è inviare un sms / what’s app al 3463132222 specificando quale animale hai portato ed in che data (oltre che al tuo nome). Potremmo non essere velocissimi a rispondere, dipende dal periodo… ma rispondiamo sempre, magari la notte. Se dopo 48 ore non ti avessimo ancora risposto, rimanda un promemoria.

Grazie!

Ho provato a chiamarvi ma non risponde nessuno

I volontari che si occupano del soccorso degli animali selvatici su strada sono solamente due. Se siamo in un momento cruciale di un soccorso, potremmo non riuscire a rispondere immediatamente. Per cortesia richiama dopo qualche minuto, grazie!

Come aiutare

Posso fare volontariato al rifugio?

Sì! Ci sono solo due dettagli di cui tenere conto:

  1. non possiamo ospitare, devi essere in grado di raggiungere autonomamente il rifugio in auto
  2. abbiamo bisogno di aiuto costantemente; non cerchiamo volontari che vengano a passare una giornata qui e ci aiutino con alcuni lavori ma volontari che diano disponibilità mezza giornata a settimana con una certa regolarità (esclusi compleanni, vacanze, feste etc. etc., non ci sono cartellini da timbrare)

Leggi tutte le informazioni sul volontariato al rifugio.

Posso venire a trascorrere le ferie da voi? Vi aiuto in cambio di vitto e alloggio per una / due settimane

No, il Rifugio Miletta non può ospitare, per ora. Se ricevessimo in donazione una struttura per ospitare volontari, ovviamente la situazione cambierebbe. Al Rifugio Miletta siamo tutti volontari e tutti raggiungiamo il rifugio da casa nostra. Ulteriori informazioni sul volontariato.

Ho un vecchio divano / lavatrice / tavolo / cuccia che devo smaltire, vi può servire?

Perché per il cibo per cani e gatti chiedete marche specifiche?

Perché gli animali hanno diritto a cibo di buona qualità e cruelty free, cioè non testato su animali. La lista delle aziende che non testa il cibo per animali su animali imprigionati sta sicuramente aumentando rispetto a quelle elencate, appena abbiamo un po’ di tempo aggiorniamo la lista.

Tieni presente che, acquistando cibo in grandi quantità, abbiamo degli sconti rispetto ai privati che acquistano in negozio e quindi una donazione equivalente alla cifra che spenderesti nell’acquisto del cibo, ci permetterebbe di acquistarne una quantità maggiore. Ma capiamo perfettamente che, se non sei venuta/o al rifugio, non hai conosciuto gli animali ed i volontari di persona, ci possa essere diffidenza nel donare denaro ad un’associazione che non si conosce bene. Quindi grazie per qualunque aiuto vorrai dare.

Posso devolvere il 5x1000 al Rifugio Miletta?

Certo! Oltre che in fondo ad ogni pagina, trovi le informazioni su come farlo qui.

Vorrei creare una raccolta fondi su Facebook ma non vi trovo nell'elenco delle associazioni

Purtroppo per ora non è possibile. Facebook permette di attivare le raccolte fondi solamente alle associazioni ONLUS registrate presso l’Agenzia delle Entrate. Il Riugio Miletta è un’Associazione di Volontariato, ONLUS di diritto, registrata presso la Regione Piemonte. Cambia pochissimo, se non che compariamo in un registro diverso, che Facebook non vuole utilizzare per validare la nostra richiesta (e quelle di migliaia di altre associazioni) per avere accesso alle raccolte fondi sulla piattaforma. Quando entrerà il vigore la riforma del terzo settore, la situazione dovrebbe cambiare. Nel frattempo puoi aiutare gli animali che abbiamo salvato con una donazione.

Visitare il rifugio

Posso portare il mio cagnolino durante la visita? Posso lasciarlo in auto?

No. Al Rifugio Miletta vivono molti cani e sarebbe complicato inserirne uno per la durata di una visita. Inoltre il parcheggio è al sole! Se il tuo cane non può sare a casa da solo qualche ora, avrai occasioni successive per visitare il rifugio.

Ulteriori informazioni sulle visite.

Posso venire a visitare il rifugio domani? Siete aperti?

No. Le visite sono in date specifiche, ne organizziamo generalmente due al mese. Facendo anche il servizio di soccorso fauna selvatica in provincia di Novara, dobbiamo essere in molti volontari per effettuare una visita e contemporaneamente poter intervenire in caso di emergenza. Per questo motivo, stabiliamo le date delle visite in base alla disponibilità di noi volontari.

Ulteriori informazioni sulle visite e sulle prossime date.

Nella pagina delle visite non trovi le prossime date?

Perché dobbiamo ancora definirle. Porta un po’ di pazienza, seguici sui social o iscriviti alla newsletter rimanere aggiornata/o.

Il Rifugio Miletta è raggiungibile con i mezzi pubblici?

No, al rifugio si arriva solamente con l’auto. Siamo piuttosto isolati…

Chi è e cosa fa il Rifugio Miletta?

Il Rifugio Miletta è un’associazione di volontariato che si prende cura di animali in difficoltà e promuove una cultura del rispetto dei loro diritti. Presso il rifugio, asini, mucche, capre, maiali, cani, gatti, uccelli e altri ospiti, convivono liberamente e pacificamente.

Il Rifugio Miletta ha per finalità la protezione e la promozione dei diritti degli animali e la diffusione presso l’opinione pubblica di un modello di convivenza fondato sull’empatia e sul riconoscimento degli animali come soggetti di diritti: il diritto alla vita, alla libertà ed alla non sofferenza.

Crediamo fortemente che ogni essere vivente debba condurre la sua esistenza in libertà e nel rispetto dei diritti fondamentali.

Gli ospiti del Rifugio, infatti, non vivono in recinti, canili o gattili, ma condividono armoniosamente gli spazi interni ed esterni. Gli animali, non solo gli esseri umani, sono soggetti di diritti che devono essere rispettati e, per questo, ci impegniamo a combattere qualsiasi forma di sfruttamento e maltrattamento.

Da gennaio 2016 il Rifugio Miletta è anche Centro di Recupero per Animali Selvatici (CRAS) convenzionato con la Provincia di Novara. Il CRAS è una struttura di soccorso, cura e riabilitazione della fauna selvatica rinvenuta in difficoltà. Il cittadino che si imbatte in un animale selvatico in difficoltà, in Provincia di Novara, può chiamare il numero unico di emergenza (112) oppure direttamente il Rifugio Miletta al 346 313 2222, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
L’obbligo di soccorso è un dovere morale. Se investi o trovi un animale ferito in difficoltà, attiva subito i soccorsi ed aspetta i volontari del Rifugio Miletta sul posto.