Vieni a conoscere i nostri ospiti!

Un’occasione per vivere una giornata all’aria aperta unica e ricca di emozioni. Potrai vivere in prima persona le incredibili interazioni tra i nostri animali, potrai avvicinarti e, se loro lo vogliono, interagirci. Quel che succede qui ogni giorno è magico ed ha origine dalle meravigliose creature che vivono con noi. Ogni giorno ci regalano perle di vita che toccano in profondità la coscienza.

Ricordiamo che il Rifugio Miletta non è uno zoo, non è una fattoria didattica, ma un luogo in cui conoscere animali che vivono in stato di semi libertà, animali le cui specie sono sono estremamente sfruttate dalla società contemporanea e il cui sfruttamento è moralmente accettato. Ogni ospite del Rifugio Miletta è un individuo con un nome, un carattere, un passato da dimenticare ed un futuro da costruire.

Informazioni importanti - Leggere con attenzione

  • Per questioni organizzative la prenotazione è obbligatoria. Non si effettuano eccezioni. Presentandosi al santuario al di fuori delle visite programmate, non ci sarebbe nessuno disponibile per accompagnarvi nella visita e, purtroppo, non verreste fatti entrare. Presentarsi ad una delle visite programmate senza aver prenotato potrebbe essere rischioso perché, in caso di annullamento della visita, non verreste contattati ed avvisati
  • In caso di mal tempo la visita verrà annullata. Per avvisarvi tempestivamente vi chiediamo di includere anche il vostro indirizzo email, assicurandovi che sia corretto, che la casella non sia piena e funzionante
  • Non è possibile portare cani o altri animali e non pensare di poterli lasciare chiusi in auto per la durata della visita! Il parcheggio è al sole
  • Suggeriamo vestiti comodi  e adatti a ricevere il benvenuto fangoso di Margherita, Susie e Lino, alcuni dei nostri ospiti sono particolarmente affettuosi 🙂
  • Altri invece gradiscono un po’ di solitudine e chiediamo sempre ai visitatori di rispettare le volontà degli animali che qui vivono liberi da sfruttamento
  • Dopo periodi di pioggia sono fortemente consigliate calzature adatte a camminare anche su terreni fangosi. Stivali di gomma? Sì, meglio 🙂
  • È importante non staccarsi mai dal gruppo di visitatori. Non ci sono animali pericolosi, ma è obbligatorio essere sempre sotto la supervisione dei volontari
  • La visita è adatta anche ai bimbi, tuttavia il percorso non è accessibile ai passeggini. I bimbi più piccoli, non in grado di camminare, devono essere tenuti in braccio dai genitori. I bimbi un po’ più grandi devono essere sempre e comunque controllati dai genitori
  • È vietato dare cibo direttamente agli animali. Nel caso abbiate concordato una donazione di pappe o verdura o frutta, va gentilmente consegnata ai volontari prima della visita
  • È vietato fumare nell’area del rifugio, anche all’aperto. Chi volesse fumare prima di varcare il cancello, è pregato di non gettare mozziconi per terra ma di provvedere allo smaltimento lontano dall’area, molto boschiva e popolata di animali selvatici
  • Solitamente la visita dura poco meno di due ore

La visita è assolutamente gratuitaIl Rifugio sopravvive grazie alle donazioni di privati cittadini… una donazione, anche piccola, ci permette di curare e nutrire i nostri ospiti. Ulteriori informazioni sulle donazioni.

Prenota la visita al Rifugio

I campi con * sono obbligatori

Nel menù a tendina vedrai solo le date disponibili. Le date completate scompaiono automaticamente. Riceverai un'email automatica che ti confermerà la prenotazione. In caso di esigenze particolari, successivamente potrebbe contattarti anche un volontario che si occupa delle visite.











La visita

Crediamo fortemente che ogni essere vivente debba condurre la sua esistenza in libertà e nel rispetto dei diritti fondamentali. Gli ospiti del Rifugio, infatti, non vivono in recinti, canili o gattili, ma condividono armoniosamente gli spazi interni ed esterni. Gli animali, non solo gli esseri umani, sono soggetti di diritti che devono essere rispettati e, per questo, ci impegniamo a combattere qualsiasi forma di sfruttamento e maltrattamento. Gli esseri umani, nel loro lungo percorso evolutivo, hanno perso, rinnegandola, la loro dimensione animale, smarrendo definitivamente il contatto con la natura e la loro identità originale. Per questo motivo, ci rivolgiamo con particolare attenzione ai bambini, ancora liberi da molti pregiudizi, coinvolgendoli in un percorso che mostri loro gli animali sotto l’aspetto delle singole individualità. La capra, ad esempio, non è semplicemente una capra ma è quella capra, con un nome, una propria personalità, una vita emotiva. In altre parole, è un individuo che gioisce e patisce ed è capace di coltivare relazioni specifiche. Il nostro impegno, oltre all’accoglienza e alla tutela degli animali in difficoltà, si concentra sull’obiettivo di far riscoprire ai bambini una relazione diretta, senza i filtri, con individui animali dotati di caratteri e personalità ben distinte. Questo incontro aiuterà i piccoli umani non solo a rispettare chi- appartenente a qualsiasi specie- è diverso da loro e a comprendere come le differenze possano valorizzare le loro esistenze ma anche a vivere questa relazione nel modo più ricco e completo.